Casa & Company

Agenzia Immobiliare di Torino

L’AGENTE IMMOBILIARE LA PROVVIGIONE E LE NUOVE RESPONSABILITA’

L’AGENTE IMMOBILIARE: LA PROVVIGIONE E LE NUOVE RESPONSABILITA’


La provvigione  non e’ fissata da alcuna legge e oscilla normalmente tra il 2 e il 3% del valore della transazione. E’ dovuta da ambo le parti, venditore e acquirente, a garanzia della neutralità del Mediatore.
Il diritto del Mediatore a ricevere il compenso scatta nel momento in cui “l’affare e’ concluso per effetto del suo intervento”, quindi nel momento in cui viene firmato il preliminare di compravendita (o l’accettazione di una proposta irrevocabile di acquisto ben notificata nei termini al Venditore) da due controparti che egli ha fatto incontrare mettendole a conoscenza del potenziale affare.

Perché il diritto esista è sufficiente che le parti si servano consapevolmente dell’attività

Responsabilità del Mediatore.

L’agente immobiliare è corresponsabile con i contraenti della registrazione e del pagamento dell’imposta di registro per quanto riguarda tutti gli atti redatti come scrittura privata non autenticata, stipulati a seguito della sua attività, quali il contratto d’affitto, il preliminare di compravendita e, qualora vengano consegnati assegni, la proposta di acquisto accettata.

Per tutti gli atti redatti da notaio o pubblico ufficiale, la corresponsabilità  grava su quest’ultimo.

Detraibilità fiscale della provvigione

E’ possibile detrarre fiscalmente i compensi corrisposti agli intermediari immobiliari nella misura del 19%, ma solo nel caso in cui siano relativi all’acquisto dell’abitazione principale e comunque per un importo non superiore ai 1.000 euro per anno. Se l’acquisto è effettuato da più proprietari, la detrazione, sempre nel limite complessivo di 1000 euro, dovrà essere ripartita tra i comproprietari in ragione della percentuale di proprietà. Tale facoltà è comunque subordinata all’obbligo di riportare in atto notarile l’entità dei compensi pagati nonché i dati fiscali del Mediatore.